Bestseller products

Nuovi Articoli

our happy clients

CASA EDITRICE REBIS – Dal 1970 Libri Rari di Scienze Occulte

SPECIALIZZATA NELLA VENDITA ONLINE DI LIBRI DI ERMETISMO, ESOTERISMO, SCIENZE

OCCULTE E DIVINATORIE, MAGIA, TAROCCHI E MAZZI PER CARTOMANZIA ESCLUSIVI.

In occasione dell'inaugurazione del nostro nuovo Sito, siamo lieti di offrirvi uno sconto speciale del 15% valido per i prossimi tre mesi, su tutti gli articoli presenti in catalogo.

Le Edizioni Rebis nascono nel 1970 da un progetto di Pier Luca Pierini R., già collaboratore delle maggiori Case editrici e riviste specializzate dell’epoca – coadiuvato da un gruppo di giovani esoteristi, quale espressione di un gruppo di orientamento iniziatico tradizionale, attivo in quel periodo in Toscana. Esempio di lineare e concreta coerenza, la Rebis si propone fin dall’inizio di offrire al pubblico interessato una serie di testi rari o inediti di scienze occulte, ermetismo, magia, alchimia, cabala, esoterismo, occultismo e arti divinatorie, tutti provenienti direttamente dal proprio Archivio, che oggi comprende oltre 35.000 volumi a stampa e manoscritti originali, dalla fine del XV secolo a oggi, relativi alle stesse materie. Un intento serio e un impegno tutt’altro che facili, peraltro mantenuti e confermati nel tempo, pienamente giustificati e ampiamente apprezzati in un periodo in cui certe materie e discipline – ancora lontane dalle varie tendenze che ne determinarono la marcata diffusione a partire dalla fine degli anni ‘70 – costituivano ancora un’isola elitaria, limitata a pochi e riservati appassionati, ed erano scarsamente rappresentate nel panorama editoriale e librario italiano e internazionale. I primi titoli sono infatti realizzati per restituire a una cerchia ristretta di studiosi e amatori alcune opere di fondamentale interesse, quali la prima traduzione italiana dei manifesti rosacruciani “Fama e Confessio Fraternitatis” e degli inediti “Heptameron” di Pietro D’Abano, “I Simboli Segreti dei Rosa+Croce” completo delle splendide tavole, il “Liber Umbrarum” e “Le 12 Chiavi dell’Alchimia” di Basilio Valentino. Seguono le ristampe di testi ormai divenuti introvabili, come “L’Alchimia” di J.Castelot e una serie di antichi importanti grimoires, i primi ripubblicati in Italia, con ampie e opportune introduzioni, dopo oltre un secolo dalle edizioni originali, quali “Il Vero Enchiridion”, “Il Drago Rosso”, “La Clavicola del Re Salomone”, “La Scienza Cabalistica” di Lenain e molti altri ancora. Nel 1977 alla Rebis, già ampiamente conosciuta non solo in Italia, viene conferito il prestigioso primo premio “Città di Napoli”, patrocinato dall’Amministrazione comunale, per le migliori pubblicazioni di esoterismo e l’anno successivo, il “Golden Hermes” della autorevole rivista specializzata americana “Heart Religion News”, per le fedeli ristampe di antichi testi magici. Nello stesso periodo sono pubblicate tutte le principali opere dell’Abate Julio, autore già largamente stimato e seguito in Francia ma in quegli anni ancora quasi sconosciuto in Italia, e gli scritti più significativi di Prentice Mulford, il celebre precursore e “padre” del “Pensiero Positivo”. È del 1982 la prima e unica ristampa integrale in due volumi delle annate complete 1897-98-99 della importantissima rivista di G.Kremmerz “Il Mondo Secreto”, la prima esplicitamente esoterica pubblicata in Italia: un’opera colossale di oltre 1300 pagine, alla quale seguono nel tempo molti altri scritti fondamentali dello stesso insigne ermetista e di suoi discepoli, parallelamente alla pubblicazione delle sue biografie “storiche”, raccolte nel 2011 assieme ad altri contributi documentali inediti, nel volume “Il Sole Arcano”. Le varie collane editoriali si arricchiscono intanto di nomi tra i più rappresentativi della letteratura occultistica, quali Eliphas Levi, de Guaita, Papus, Hartmann, Sèdir, Durville, Muchery, Shirley, Bornia, Zingaropoli, Bricaud, Meyrink e molti altri. Negli Anni ’80 e ’90 si ripropongono altre rare riviste di alto spessore esoterico, ormai esaurite e ricercate da tempo, quali “O’ Thanatos”, “Iniziazione” e “La Fenice e Ibis”, oltre a una serie inedita di trattati sulla Magia degli Angeli, sulla rituaria dedicata agli Incensi e alle Candele, sulla pratica operativa e talismanica dei Rosa+Croce, sulle Piante Magiche, la Magia delle Fate e sulla Tradizione Divinatoria, con particolare attenzione alla Cartomanzia. In relazione a quest’ultimo interessantissimo settore, iniziano inoltre le pubblicazioni di quella che ormai è diventata una notevole e cospicua collezione, particolarmente curata, di rari e affascinanti mazzi di carte per cartomanzia e di antichi bellissimi Tarocchi, tutti corredati da utili testi esplicativi. Dalla metà degli Anni ’80, periodo in cui Pier Luca Pierini inaugura il primo museo in Italia interamente dedicato alle Scienze Occulte (attualmente in ristrutturazione), si affianca inoltre alla Rebis la sigla editoriale “Il Gatto Nero”, e proprio sotto questa insegna vede la luce, preceduta da articoli introduttivi dello stesso Autore su riviste specializzate, la prima edizione italiana dell’opera che ha dato fama e popolarità postume al celebrato scrittore, artista e ricercatore Charles Godfrey Leland: “Aradia, o il Vangelo delle Streghe Italiane”, alla quale seguono le prime traduzioni integrali italiane delle sue maggiori opere “Etruscan Roman Remains” e “Legends of Florence”, con il titolo “Il Tesoro delle Streghe” (in due volumi) e “Firenze Arcana”. Tra la fine degli Anni ’90 e i primi del nuovo secolo, appaiono invece le prime traduzioni di altre eccellenti opere della tradizione magica, quali il monumentale “La Chiave della Magia Nera” di Stanislao de Guaita, il magnifico “Magia Cerimoniale” del Waite e il celeberrimo “Il Magus” di Francis Barrett, tutte tratte dalle prime edizioni originali delle medesime, oltre a opere di grande interesse sulla magia operativa dei Rosa+Croce e sulla teobotanica, come “Il Sacramentario Segreto della Suprema Magia Rosa+Croce”, “Il Potere delle Piante Magiche” di Sedir e “La Magica Mandragora”, l’opera più completa esistente sulla misteriosa pianta dai poteri leggendari. Contemporaneamente prende vita una collezione specifica di opere di particolare pregio e valore bibliografico, dal titolo “I Gioielli”, fiore all’occhiello della Casa editrice e attualmente considerata tra le più interessanti e qualificate collane editoriali esistenti al mondo, anche in ambito collezionistico. In questa prestigiosa serie, rigorosamente curata nella stampa, nella scelta della carta e delle lussuose legature in tela pregiata rifinita in oro, sono apparsi fino ad oggi titoli inediti o di assoluta rarità, quali “Il Tesoro Magico del Re Salomone”, “La Spada Magica di Mosè”, “Il Libro Magico degli Spiriti Supremi”, “Il Libro Magico dei Sette Draghi”, “Lo Scrigno dei Segreti del Re Salomone”, “Il Libro della Magia Cerimoniale”, “Il Magus”, “Il Libro dei Vampiri”, “Il Vero Libro delle Ombre”. “Il Libro Magico dei 72 Angeli di Salomone”, il bellissimo “Sepher Elohim” e “Il Libro Magico dei 72 Angeli del Re Salomone”. Dal 2000 a oggi moltissimi altri titoli sono stati realizzati e riproposti, tra i quali possiamo ricordare l’importante raccolta di antichi e rari testi magici riuniti nei vari volumi di “Magia Segreta”, giunta ormai all’ottavo volume. Ma l’opera più originale e creativa di questo periodo è da considerarsi indubbiamente “Elixir – Scritti della Tradizione Iniziatica e Arcana”: una rivista – definita dal noto studioso, già direttore di Rai 2, Gabriele La Porta, “il top dell’Esoterismo” – apprezzata anche in ambito internazionale con recensioni decisamente lusinghiere, che costituisce in realtà a un libro vero e proprio, nella quale sono riuniti saggi, monografie, studi e ricerche di altissimo livello e in gran parte inediti, relativi agli aspetti più profondi o sconosciuti di Ermetismo, Alchimia, Magia, Esoterismo e materie affini. Da notare che la Casa editrice Rebis ha voluto mantenere sempre, per una scelta precisa dell’Editore, una rigorosa impostazione di coerente fedeltà alle materie trattate, un’impronta e uno stile artigianali qualitativamente mirati, rivolti direttamente e prevalentemente a un pubblico selezionato di autentici appassionati e cultori delle stesse discipline, nonché alle Librerie specializzate in questi settori. I riconoscimenti e gli encomi rivolti alle Edizioni Rebis, dall’inizio a oggi, da parte di enti pubblici e privati, biblioteche, associazioni, librerie, studiosi, ricercatori e collezionisti, sono decisamente innumerevoli e da molti anni hanno ormai superato gli stessi confini nazionali ed europei.